2. Jan, 2018

Piccolo Manuale della Felicità

www.corriere.it

Siamo stati felici nel 2017? E come vorremmo esserlo nel 2018? La felicità è la chiave di ogni oroscopo o augurio che leggeremo e riceveremo in questi giorni. Ma chiedersi se siamo felici e come vorremmo esserlo in futuro non è domanda semplice. La felicità è una questione complessa e il guaio è che, a forza di usarla per indicare tutto, l’abbiamo svuotata di significato: la parola tanto preziosa nella filosofia — eudaimonia — è divenuta generica, imprendibile, addirittura banale. Daniel Kahneman, premio Nobel dell’Economia 2002, è arrivato a definirla una «parola inutile»: «Tutti ne parlano, ma la prima trappola in cui cadiamo è la riluttanza ad ammetterne la complessità: la parola felicità non è più utile perché la applichiamo in troppi campi». E tutto questo proprio mentre l’ Economist — il settimanale economico inglese — ha definito il 2018 l’anno in cui la felicità diventerà un indicatore importante tanto quanto quelli «classici» economici.