3. Dec, 2017

Storia economica della felicità

https:

Professor Felice, Lei è autore del libro Storia economica della felicità edito dal Mulino: che relazione c’è fra sviluppo economico e felicità?
Credo che intanto bisogna chiarire cosa intendiamo per felicità. Se la felicità fosse solo uno stato di piacere individuale, o una sensazione di benessere psico-fisico, allora il problema sarebbe già risolto. Diremmo che lo sviluppo economico ha posto tutti nelle condizioni di essere felici: al limite, basta una pillola al giorno, che costa poco ed è ormai alla portata anche dei più poveri. Nei numerosi libri che si pubblicano ogni anno sulla felicità, alcuni anche di autorevoli studiosi, è proprio questa la visione della felicità di gran lunga prevalente. Ma se fosse così semplice, che cosa ne parliamo a fare? Ai giorni nostri c’è la chimica ad aiutarci! Ti senti triste? Prendi un antidepressivo. Provi dolore fisico? Prendi un antidolorifico. Droghiamoci tutti, di farmaci o di vere e proprie droghe: saremo tutti felici. Fra l’altro, saremmo anche più produttivi. In parte già avviene, basti guardare ai consumi mondiali di antidepressivi o di eccitanti.